Come si richiede online un certificato stato di famiglia

Come si richiede online un certificato stato di famiglia

L’ufficiale di anagrafe rilascia, a chiunque ne faccia richiesta, il certificato di residenza e di stato di famiglia. Quest’ultimo deve rispecchiare la composizione familiare, come risulta dall’anagrafe all’atto del rilascio del certificato (artt. 33 e 35 del d.p.r. 223/89). In questo articolo analizzeremo quando e come richiederlo.

Certificato stato di famiglia: che cosa è e quando richiederlo

Il certificato stato di famiglia attesta la composizione del nucleo familiare residente nella medesima abitazione. Il documento fa riferimento alla composizione della famiglia anagrafica e, quindi, prescinde dal rapporto di parentela tra i singoli soggetti.

Fanno parte dello stesso stato di famiglia tutte le persone che abitano all’interno dello stesso immobile e risultano allo stesso indirizzo.

Differenza tra stato di famiglia attuale e storico

L’art. 35, comma 4, del d.p.r. 223/89, dispone che “previa motivata richiesta, l’ufficiale d’anagrafe rilascia i certificati attestanti situazioni anagrafiche pregresse“.

Il certificato stato di famiglia viene rilasciato con riferimento alla data in cui risulta istituita per la prima volta la scheda o foglio della famiglia anagrafica. Contiene l’elenco di tutti i componenti della famiglia anagrafica, anche se nel certificato non vengono indicati i vincoli di parentela. Sono contenuti, nello specifico, i seguenti dati: nome, cognome, data e comune di nascita, comune e indirizzo di residenza.

Può essere richiesto anche con riferimento a una precisa data del passato e, in questo caso, si parla di certificato stato di famiglia storico. La sua funzione non è quella di ricostruire un albero genealogico per dimostrare relazioni parentali, ma consente di dimostrare chi risiedeva in un determinato indirizzo in una certa data.

Richiedere online il certificato di stato di famiglia

Il certificato stato di famiglia può essere richiesto online tramite VisureItalia. Per procedere servono pochissimi dati.

Certificato stato di famigliaclose

Ti serviranno:

  • Cognome
  • Nome
  • Provincia di nascita
  • Provincia di residenza
  • Comune di residenza

Certificato storico stato di famigliaclose

Ti serviranno:

  • Cognome
  • Nome
  • Provincia di residenza
  • Comune di residenza

La consegna del certificato stato di famiglia avviene online tramite email. Tuttavia, è possibile ricevere l’originale via posta, inserendo al momento dell’acquisto l’indirizzo di spedizione in modo da consentire il recapito del certificato.

Al momento della richiesta è possibile selezionare anche l’apostille uso estero e/o la traduzione.

Richiesta dello stato di famiglia con traduzione e legalizzazione

Nel caso si abbia la necessità di produrre il certificato stato di famiglia all’estero è possibile ricorrere alla legalizzazione di firma. In questo modo viene attestata l’autenticità della firma e la qualità legale del Pubblico Ufficiale.

Se il documento deve essere prodotto negli Stati aderenti alla Convenzione dell’Aja del 5 ottobre 1961 viene effettuata, al posto della legalizzazione, l’annotazione dell’apostille.

Inoltre, sempre per l’estero, può essere richiesta l’asseverazione del documento. Si tratta della sua traduzione tramite giuramento, attraverso la quale il traduttore si assume la responsabilità di quanto tradotto firmando un verbale di giuramento.

Validità del certificato stato di famiglia

Il certificato stato famiglia è rilasciato dall’Anagrafe ed è valido per 6 mesi dalla data di rilascio (art. 41 DPR n. 445/2000). 

Può essere utilizzato anche successivamente, ma in questo caso l’interessato deve dichiarare in calce al certificato che le informazioni in esso riportate non hanno subito modifiche.

Dal 1° gennaio 2012, i certificati sono utilizzabili solo nei rapporti fra privati e, infatti, in essi è riportata la seguente dicitura: “Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi”.

L’interessato può presentare, però, al posto del certificato, una propria dichiarazione sostitutiva di certificazione agli Organi della Pubblica Amministrazione (INPS, Agenzia Entrate, ecc.) e ai privati gestori di pubblici servizi (acqua, gas, ecc.).

Certificato stato di famiglia: scarica fac simile

 

Social Media & Community Manager

Ho conseguito la laurea in Economia e Gestione Aziendale e da cinque anni mi occupo di digital marketing. Sono responsabile del blog SmartFocus e gestisco i canali social di VisureItalia® curando i rapporti con la community dei lettori. Ogni giorno mi informo su nuove normative in campo fiscale, tributario o economico e mi piace condividere le mie conoscenze con i nostri lettori.

© Riproduzione riservata

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com. Inoltre, iscriviti alla newsletter per ricevere gratuitamente aggiornamenti su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi!
Servizi VisureItalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *