Relazione Notarile Ventennale ex art. 567 CpC

La relazione notarile ventennale serve per procedere con l’istanza di vendita nel caso di aste giudiziare, sequestri conservativi, istanze di vendita ed espropriazioni immobiliari a norma dell’ art. 567 del C.P.C.  Il certificato è rilasciato da un notaio con valore legale e riporta i trasferimenti di diritti reali, ipoteche, gravami e pregiudizievoli.

Compila il form con i dati necessari

* I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.

Consegna Standard in 15 gg. lavorativi

€ 450,00

IVA (22%) € 99,00

TOTALE € 549,00

Il servizio online di certificazione ventennale notarile consente di disporre della documentazione prevista dal 2° comma dell'art. 567 del Codice di Procedura Civile - Legge 3 agosto 1998 n° 302 e successive modificazioni, per l'istanza di vendita nelle esecuzioni immobiliari.

Le attività svolte per ottenere la relazione ventennale notarile sono:

  • ACCERTAMENTO PATRIMONIALE IN CAPO AL DEBITORE
  • ISPEZIONI IPOTECARIE E STORICHE CATASTALI FINALIZZATE ALLA RICERCA DELLE PROPRIETÀ IMMOBILIARI DA SOTTOPORRE A PIGNORAMENTO ED ESECUZIONE
  • PREDISPOSIZIONE E CONSEGNA DELLA RELAZIONE IPOTECARIA VENTENNALE
  • CERTIFICAZIONE VENTENNALE NOTARILE EX ART. 567 CPC CON APPOSIZIONE DEL TIMBRO E FIRMA DEL NOTAIO

NOTE
* Nel costo del servizio certificazione ventennale notarile persona fisica ex art. 567 CpC  non sono comprese le tasse ipotecarie e i tributi catastali così come non sono comprese eventuali spese per bolli o diritti che verranno comunque documentate in modo dettagliato e comunicate in anticipo al Cliente, prima della consegna del documento.

Alcune domande e risposte


Cos'è la certificazione ventennale notarile ?

La certificazione ipocatastale ventennale notarile, ai sensi delle Legge 302/1998, è un documento ufficiale con valore legale in quanto rilasciato da un pubblico ufficiale, il notaio, che assevera ai fini di legge la continuità dei trasferimenti di diritti reali nei 20 anni precedenti e la conformità catastale evidenziando eventuali variazioni in Catasto ed ipoteche o pregiudizievoli.

Quando si richiede il certificato ipocatastale notarile ?

Nelle procedure esecutive immobiliari, in presenza di un immobile sottoposto a pignoramento, il creditore procedente può depositare presso il Tribunale delle Esecuzioni Immobiliari la certificazione ipocatastale ventennale, ai sensi dell'art. 567, comma 2, Codice di Procedura Civile. La finalità principale è quella di accelerare i tempi della procedura esecutiva da 60/90 giorni standard ai 15 giorni attraverso il servizio offerto da VisureItalia. Per la predisposizione della certificazione occorre disporre della copia dell'atto di pignoramento e della relativa nota di trascrizione.

Qual è il termine perentorio per il deposito della relazione notarile ?

Il termine perentorio per il deposito della relazione notarile ventennale è 60 giorni dalla trascrizione dell'atto di pignoramento. L'art. 567 C.p.C. prevede che il creditore procedente debba presentare all'istanza di vendita ".. l’estratto del Catasto, nonché i certificati delle iscrizioni e trascrizioni relative all’immobile pignorato effettuate nei venti anni anteriori alla trascrizione del pignoramento".

Quali documenti devono essere allegati al certificato notarile ?

I documenti che il Tribunale delle Esecuzioni Immobiliari richiede che vengano allegati alla certificazione ipotecaria ventennale sono:

Qual è il costo del certificato ipotecario notarile ?

Il costo della certificazione ipocatastale ventennale è di € 450,00, ad esclusione delle tasse ipotecarie e dei tributi catastali, così come eventuali spese per bolli o diritti che verranno comunque comunicate prima della consegna del documento.

Il costo della certificazione ipocatastale ventennale comprende le seguenti attività:

  • accertamento patrimoniale immobiliare in capo al debitore esecutato
  • ispezioni ipocatastali in Conservatoria e Catasto con ricerca estesa ai repertori cartacei ante 1957 e per paternità
  • certificato ipotecario rilasciato da notaio su carta intestata dello studio notarile e con sigillo e firma del notaio
  • consegna degli allegati: visure ipotecarie, note di trascrizione, visure catastali storiche, certificato catastale ventennale, planimetria catastale, estratto di mappa catastale.

Qual è il vantaggio del servizio di certificazione ventennale notarile online ?

Nel rispetto delle procedure esecutive e del disposto dell’art. 567, il servizio fornisce tutta la documentazione richiesta dalla normativa, entro i termini previsti, consentendo allo stesso tempo di ottenere un risparmio notevole grazie alla gestione centralizzata di tutte le incombenze. La finalità principale del servizio è infatti quella di accelerare i tempi della procedura esecutiva da 60/90 giorni standard ai 15 giorni.

Chi richiede il servizio di certificazione ventennale ?

Il servizio è rivolto principalmente ad avvocati e studi legali, curatori fallimentari, delegati, CTU, Giudice delle Esecuzioni Immobiliari presso il Tribunale, istituti di credito.

Cos'è la certificazione notarile sostitutiva ?

Nelle procedure esecutive immobiliari il creditore procedente deve presentare il certificato per istanza di vendita rilasciato dalla competente Conservatoria che contiene tutte le ispezioni ipotecarie e tutte le formalità riscontrate. Il certificato della Conservatoria non è facilmente comprensibile in quanto consta di un mero elenco di atti o formalità ma è sprovvisto di una relazione che, in forma sintetica, evidenzi i vari passaggi di proprietà nel corso degli anni. L'art. 567 C.P.C. prevede la possibilità di presentare al Tribunale una certificazione redatta dal notaio sostitutiva rispetto a quella rilasciata dalla Conservatoria.

Qual è la differenza tra ispezione ipotecaria e certificato ipotecario ?

L'ispezione ipotecaria è l'elenco delle formlità trascritte nella Conservatoria dei Registri Immobiliari in una data certa. Il certificato ipotecario è l'elenco di tutte le formalità trascritte in Conservatoria nei 20 anni antecedenti la data dell'atto di pignoramento immobiliare.

Cosa succede in caso di mancato rispetto del termine dell'art. 567 CpC ?

L'art. 567 CpC prevede che il certificato ipotecario ventennale debba essere presentato entro 60 giorni dal deposito dell'istanza di vendita. Questo termine può essere prorogato una sola volta per ulteriori 60 giorni in base ad una istanza per "giustificati motivi" presentata dal creditore procedente o dal debitore esecutato. Il Giudice, qualora la documentazione presentata non sia sufficiente, può concedere una ulteriore proroga di 60 giorni. Decorso tale termine perentorio, il Giudice dichiara l'inefficacia del procedimento e l'estinzione della procedura esecutiva.

Quali dati sono presenti nella certificazione ipotecaria ventennale ?

I dati presenti nella certificazione ipocatastale notarile sono:

  • dati catastali dell'immobile oggetto del pignoramento
  • tipologia degli atti pubblici di trasferimento dei diritti reali (compravendita, donazione, successione, divisione, cessione, ..)
  • dati di trascrizione in Conservatoria (registro generale o articolo, registro particolare o casella e data di trascrizione) di ogni formalità
  • dati del pubblico ufficiale rogante (notaio, Tribunale, segretario comunale) di ogni formalità
  • dati delle parti a favore e contro (persone fisiche o giuridiche)
  • natura e quota dei diritti reali
  • dati relativi a gravami, ipoteche o pregiudizievoli
  • annotazioni di cancellazione parziale o totale
I 4 SERVIZI PIU' RICHIESTI