Perizia giurata di un immobile: a cosa serve?

Perizia giurata di un immobile: a cosa serve?

La perizia immobiliare è una relazione tecnica che riguarda la situazione di un immobile. Quando questa analisi, condotta da un esperto nell’ambito delle costruzioni, riporta in calce una formula di giuramento ci troviamo di fronte ad una perizia giurata. Vediamo in cosa consiste e quando serve.

La perizia giurata di un'immobile

La perizia giurata di un immobile

Partiamo da una definizione generica di perizia, per poi passare alle diverse tipologie e finalità di richiesta. La perizia è un’analisi condotta da un esperto in un determinato settore, come quello edilizio e immobiliare. Si tratta sostanzialmente una relazione redatta al fine di attestare una determinata situazione. Una perizia tecnica può essere: semplice, asseverata e giurata

La perizia semplice consiste in un’analisi svolta da un perito e diretta ad esprimere un giudizio in merito ad una determinata situazione. Il professionista deve avere competenze specifiche in un settore e può essere, ad esempio, un medico, un architetto, un ingegnere o un geometra. Questo tipo di perizia è redatto quindi in forma semplice, firmata e timbrata da uno di questi professionisti abilitati.

Si ha una perizia asseverata quando il perito non solo esegue l’analisi tecnica, firmando e sottoscrivendo la relazione, ma sotto la propria responsabilità attesta la veridicità delle informazioni in essa contenute. L’assunzione di tale responsabilità avviene, di solito, sottoscrivendo un’apposita dichiarazione nella stessa perizia.

La perizia giurata è invece una dichiarazione avvalorata da un giuramento reso dinnanzi al Cancelliere di un ufficio giudiziario (art. 5 del R.D. n° 1366/22) o ad un notaio (art. 1, c. 1, punto n° 4, del R.D. n° 1666/37).

La perizia può essere finalizzata, ad esempio, alla stima di un bene, alla quantificazione di un danno, alla verifica della conformità edilizia e urbanistica, nonché alla determinazione di confini e distanze oppure all’accertamento del quadro clinico di una persona. Essa assume rilievo in relazione al contesto nel quale viene rilasciata. Soffermiamoci adesso sulla perizia giurata di un immobile.

Perché far redigere una perizia giurata di un immobile

Se la perizia riguarda un immobile, la relazione tecnica deve essere redatta da un esperto nell’ambito delle costruzioni, quindi un geometra, un architetto o un ingegnere. La perizia immobiliare contiene quindi un’analisi tecnica della situazione del bene immobile.

La parte della perizia descrive solitamente l’immobile in generale, attraverso i dati raccolti durante il sopralluogo effettuato sull’immobile. Le indagini sul posto sono infatti fondamentali per compiere eventuali misurazioni e rilievi fotografici. Il perito dovrà analizzare le caratteristiche dell’edificio o terreno, attraverso i dati catastali contenuti nella visura catastale, le planimetrie depositate e lo stato dei luoghi. Dovrà inoltre verificare presso la Conservatoria gli eventuali passaggi di proprietà attraverso una visura ipotecaria.

La seconda parte della perizia è invece incentrata sulla specifica situazione oggetto della perizia e descrive il processo di valutazione. Vengono indicati quindi i criteri e le metodologie usate per la stima immobiliare, inserendo infine le conclusioni e gli eventuali allegati.

La perizia va poi timbrata e firmata dal perito. Quando viene avvalorata anche da un giuramento siamo nel caso di una perizia giurata.

Quando si fa una perizia giurata

La perizia giurata di un immobile oltre alla sottoscrizione del perito che assevera la veridicità del contenuto, riporta in calce una formula di giuramento di “aver bene e fedelmente adempiuto all’incarico affidatogli al solo scopo di far conoscere la verità”. Questo giuramento deve essere reso dal tecnico medesimo dinnanzi al Cancelliere di un ufficio giudiziario, compreso quello del Giudice di Pace, o dinanzi ad un notaio.

Questo tipo di perizia può essere necessario ad esempio in una compravendita, prima della stipula dell’atto oppure in caso di controversia successiva all’acquisto, per asseverare il valore di un immobile. Può essere utile anche in seguito alla ricezione di un avviso di accertamento dell’Agenzia delle Entrate, in modo da stimare il valore reale del bene.

 

Legal Service Specialist in VisureItalia®

Legal Service Specialist – Ho acquisito una formazione tecnica in architettura di interni e nell’architettura del paesaggio. Da venti anni svolgo la professione di visurista per ispezioni ipotecarie e catastali presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari ed il Catasto per conto di studi notarili, enti di riscossione e istituti di credito. In VisureItalia® ricopro il ruolo di Legal Services Specialist e coordino le attività del team di visuristi operativi in tutti gli Uffici di Pubblicità Immobiliare in Italia. Su SmartFocus condivido le mie conoscenze per facilitare l’accesso alle banche dati pubbliche e ai Pubblici Registri in particolare.

© Riproduzione riservata

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com. Inoltre, iscriviti alla newsletter per ricevere gratuitamente aggiornamenti su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi!
Servizi VisureItalia

4 commenti per "Perizia giurata di un immobile: a cosa serve?"

  • giacomo del core ha detto:

    Grazie, ho trovato utile l’articolo, però volevo capire se, in caso di compravendita di un immobile, una perizia, penso dovrebbe essere giurata in quanto c’è di mezzo un minore tra i proprietari, è consultabile da parte dell’acquirente. Grazie

    • Redazione ha detto:

      Nel caso da Lei esposto la perizia dovrebbe essere allegata all’atto notarile di compravendita. Non potrà però verificarlo con la sola nota di trascrizione ma sarà indispensabile richiedere il titolo telematico se disponibile, ossia la copia dell’atto notarile depositato negli Uffici di Pubblicità Immobiliare.

  • LUIGI PISTOIA ha detto:

    spiegazione perfetta anche per me che non ne capisco nulla. grazie.

    • Redazione ha detto:

      Buongiorno Luigi,
      siamo lieti di aver contribuito a chiarire un problema complesso.
      Grazie per il suo apprezzamento :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *