Certificato anagrafico: che cos’è e perché è utile richiederlo?

Certificato anagrafico: che cos’è e perché è utile richiederlo?

Il certificato anagrafico è un documento contenente le seguenti informazioni anagrafiche: residenza, cittadinanza, stato civile, anagrafico di nascita, stato di famiglia. Si usa quando è necessario certificare più informazioni riguardanti la stessa persona. Viene rilasciato immediatamente dall’ufficio Anagrafe del Comune ai cittadini residenti.

Certificato anagrafico di matrimonio

Certificato anagrafico di matrimonio

Certificato anagrafico: modalità di rilascio e d’uso

Il certificato anagrafico, così come gli estratti, può essere richiesto da chiunque, anche se intestato ad altre persone. Per ottenerlo bisogna effettuare il pagamento dei diritti comunali e delle marche da bollo, in base all’uso della certificazione.

Il suo rilascio avviene solitamente in modo immediato allo sportello, oppure mediante richiesta on-line o servizio di recapito a domicilio. Invece, in caso di certificati attestanti situazioni anagrafiche pregresse, per i quali risultino necessarie approfondite ricerche nell’archivio cartaceo, questi potranno essere consegnati entro massimo 90 giorni dalla richiesta.

Si precisa che, gli uffici comunali (Anagrafe e Urp) possono rilasciare i certificati soltanto ad uso privato. Perché? Ciò è stabilito dall’entrata in vigore della Legge 183/2011 (dal 1° Gennaio 2012) che vieta, appunto, agli uffici pubblici di rilasciare certificati da esibire ad altre pubbliche amministrazioni.

Alcune tipologie di certificato anagrafico

  • Contestuale o cumulativo: è un documento (rilasciato dall’anagrafe competente) che certifica in un unico certificato le informazioni anagrafiche e lo stato civile. Nello specifico contiene: dati di nascita e di esistenza in vita, di residenza, di cittadinanza, stato di famiglia, stato civile, matrimonio, iscrizione alle liste elettorali.
  • Di residenza: è il certificato che attesta la residenza dell’intestatario.
  • Di cittadinanza: è il certificato che attesta la cittadinanza dell’intestatario.
  • Di stato libero: certifica lo stato civile libero dell’intestatario, come ad esempio vedovanza, nubilato, celibato.
  • Di matrimonio: certifica l’evento del matrimonio; nello specifico contiene nomi e cognomi degli sposi, data e luogo del matrimonio. Inoltre, l’estratto di matrimonio può contenere anche eventuali annotazioni, quali ad esempio divorzio, annullamento, regime patrimoniale, etc.

Certificato anagrafico storico

  • Storico stato di famiglia: è un documento specifico contenente informazioni relative alla composizione del nucleo familiare risalente ad una data pregressa.
  • Storico di residenza: è un documento che riporta le informazioni relative alla residenza pregressa in un determinato comune di residenza storica.

Anche la nascita, l’esistenza e la morte sono certificate?

La risposta è affermativa, tanto è vero che esistono specifiche tipologie di certificato, così denominate:

  • Di nascita: attesta l’evento della nascita dell’intestatario; in particolare, contiene nome, cognome, data e luogo di nascita. Inoltre, l’estratto di nascita indica anche l’ora di nascita e può contenere ulteriori dettagli, come ad esempio decesso, matrimoni, divorzio, etc.
  • Di esistenza in vita: è il certificato che attesta l’esistenza in vita.
  • Di morte: attesta l’evento del decesso dell’intestatario, riportando nome, cognome, data e luogo di decesso. Inoltre, l’estratto di decesso indica anche l’ora di decesso e può contenere ulteriori annotazioni.
 

Social Media & Community Manager

Ho conseguito la laurea in Economia e Gestione Aziendale e da cinque anni mi occupo di digital marketing. Sono responsabile del blog SmartFocus e gestisco i canali social di VisureItalia® curando i rapporti con la community dei lettori. Ogni giorno mi informo su nuove normative in campo fiscale, tributario o economico e mi piace condividere le mie conoscenze con i nostri lettori.

© Riproduzione riservata

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com. Inoltre, iscriviti alla newsletter per ricevere gratuitamente aggiornamenti su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi!
Servizi VisureItalia

0 commenti per "Certificato anagrafico: che cos’è e perché è utile richiederlo?"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *