Richiesta visura catastale online: ecco come fare

Richiesta visura catastale online: ecco come fare

Rilasciata dall’Agenzia delle Entrate, la visura catastale è un documento utile in diverse situazioni, come in caso di compravendita o calcolo delle varie imposte. Ma in che modo si può fare la richiesta online in modo semplice? Te lo spieghiamo subito nel nostro ultimo articolo.

In questo articolo scoprirai:

  1. Cos’è la visura catastale?
  2. Quanti tipi di visura catastale esistono?
  3. Come fare la richiesta di una visura catastale online?
  4. Differenze tra visura catastale attuale e storica

Cos’è la visura catastale?

Come abbiamo anticipato, si tratta di un documento rilasciato dall’Agenzia delle Entrate, che contiene diverse informazioni sui beni immobili, sia terreni che fabbricati:

  • i dati identificativi e di classamento,
  • le informazioni anagrafiche degli intestatari catastali,
  • i dati grafici di terreni e unità immobiliari urbane,
  • l’indirizzo (per le unità immobiliari urbane),
  • gli aggiornamenti e le annotazioni.

Ricordiamo che tutte le informazioni catastali, eccezion fatta per la planimetria che è riservata soltanto agli aventi diritto sull’immobile o ai loro delegati, sono pubbliche e quindi accessibili a tutti.

>> Scarica un esempio di visura catastale qui <<

Quanti tipi di visura catastale esistono?

Puoi richiedere una visura catastale in tre modi diversi:

  • per soggetto, inserendo i dati dell’intestatario dell’immobile. Se si tratta di persone, dovrai conoscere i dati anagrafici (nome, cognome, data e luogo di nascita), mentre per le imprese o persone giuridiche indicherai la denominazione o il codice fiscale dell’azienda,
  • per immobile, effettuando la ricerca inserendo i dati catastali dello stesso (sezione, foglio, particella e subalterno) e i dati negli atti notarili relativi all’immobile,
  • per indirizzo: inserendo il comune, l’indirizzo ed il numero civico puoi verificare quanto risulta al Catasto circa un determinato immobile. 

Come si può fare la richiesta di una visura catastale online?

Puoi ottenere le visure catastali online su VisureItalia in tempo reale, effettuando la ricerca per soggetto (persona fisica o giuridica), indirizzo e immobile:

Visura catastale persona fisicaclose

Ti serviranno:

  • Ufficio Catasto
  • Catasto
  • Cognome
  • Nome
  • Codice Fiscale

Visura catastale persona giuridicaclose

Ti serviranno:

  • Ufficio Catasto
  • Catasto
  • Denominazione
  • Codice Fiscale

Visura catastale per indirizzoclose

Ti serviranno:

  • Provincia
  • Comune
  • Indirizzo o Localita
  • Piano
  • Destinazione

Visura catastale immobileclose

Ti serviranno:

  • Ufficio Catasto
  • Catasto
  • Comune
  • Foglio
  • Particella o Mappale
  • Subalterno

Ricapitolando, quindi, per ottenere la visura catastale persona fisica dovrai indicare l’Ufficio del Catasto presso il quale effettuare la ricerca, il Catasto (terreni, fabbricati, terreni e fabbricati), il nome, cognome e il codice fiscale. Nell’ispezione di una persona giuridica, invece, dovrai fornire la denominazione dell’impresa sulla base di quanto risulta al Catasto.

D’altra parte, intendi effettuare la ricerca per immobile, oltre all’Ufficio del Catasto e al tipo di Catasto, dovrai inserire i dati dell’immobile (comune, foglio, particella o mappale, subalterno). In ultimo, nell’ipotesi di visura per indirizzo, sarà necessario inserire nella richiesta l’indirizzo esatto dell’immobile.

Differenze tra visura catastale attuale e storica

La visura catastale può essere attuale o storica. Nel primo caso questo documento consente di conoscere la situazione attuale dell’immobile in questione e di avere tutte le informazioni più recenti. 

D’altra parte, la visura catastale storica permette di conoscere tutto lo storico di un determinato immobile, terreno o fabbricato. Ciò significa che in questo tipo di visura sono trascritte tutte le variazioni catastali avvenute nel tempo, come i precedenti proprietari, i frazionamenti, le particelle soppresse e così via.

In ogni caso, entrambe le visure appena descritte riportano le informazioni che seguono:

  • dati identificativi (sezione urbana, foglio, particella e subalterno);
  • i dati di classamento (zona censuaria, microzona, categoria catastale, classe, consistenza e rendita catastale);
  • altri dati come, ad esempio, la nuda proprietà o l’usufrutto, indirizzo e anagrafica del proprietario.

FONTE: Agenzia delle Entrate

 

Content Marketing Specialist

Ho conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione e un Master in Digital Marketing. Attualmente ricopro il ruolo di Content Marketing Specialist presso VisureItalia® e aiuto i lettori del blog SmartFocus a restare sempre aggiornati sulle novità in ambito fiscale, tributario ed economico.

© Riproduzione riservata

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com. Inoltre, iscriviti alla newsletter per ricevere gratuitamente aggiornamenti su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi!
Servizi VisureItalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *