Come cambiare residenza? Ecco alcuni consigli utili

Come cambiare residenza? Ecco alcuni consigli utili

Vai ad abitare in una nuova casa? Nel momento in cui un soggetto si trasferisce, in modo stabile, da un Comune italiano o dall’estero in un altro Comune italiano oppure sposta il proprio domicilio da un’abitazione ad un’altra all’interno dello stesso comune, è necessario cambiare la residenza.

Quando è necessario cambiare la residenza

Il cambio della residenza deve essere richiesto quando un cittadino, un intero nucleo familiare o una parte del nucleo familiare si trasferisce, come anticipato, da un Comune italiano o dall’estero in un altro Comune italiano.

I cittadini o i nuclei familiari devono fare una dichiarazione di cambio di residenza quando sono:

  • iscritti presso l’anagrafe della popolazione residente di un altro Comune italiano
  • iscritti presso l’anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE)
  • stati cancellati per irreperibilità
  • provenienti dall’estero.

Tutti i componenti del nucleo familiare di maggiore età sono tenuti a richiedere il cambio di residenza entro 20 giorni dall’effettivo trasferimento.

Leggi anche >> Residenza anagrafica e residenza fiscale: quale differenza?

Cambio residenza: come farlo?

Per cambiare la propria residenza è necessario, quindi, presentare apposita dichiarazione al nuovo Comune.

L’art. 5 del D.L. 28/03/2014, n. 47 convertito con modificazioni nella L. 25/05/2014, n. 80, ha stabilito che: “Chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né l’allacciamento a pubblici servizi in relazione all’immobile medesimo e gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge“.

I cittadini interessati devono, quindi, presentare, oltre alla dichiarazione di residenza/cambio di abitazione, anche una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà attestante il possesso dell’immobile di dimora abituale.

I sopraccitati documenti devono essere accompagnati, pena la irricevibilità della domanda di cambio residenza, dalla copia del documento d’identità del richiedente e delle persone che con lui trasferiscono la residenza. Quest’ultime, se maggiorenni, devono sottoscrivere il modulo. 

Contestualmente alla dichiarazione, è necessario che il cittadino regolarizzi la sua posizione rispetto all’occupazione dei locali per la tassa rifiuti solidi urbani.

I compiti del Comune

Una volta effettuata tale procedura il cittadino potrà attestare la propria residenza tramite autocertificazione. La richiesta del certificato di residenza e del certificato stato di famiglia potrà avvenire a decorrere dalla registrazione della pratica di cambio residenza.

Il cittadino italiano verrà, inoltre, iscritto d’ufficio nelle liste elettorali, in occasione della prima revisione elettorale utile.

Il Comune avrà il compito di segnalare il nuovo indirizzo a:

  • Motorizzazione civile per aggiornamento su patente di guida e libretto di circolazione
  • INPS
  • Agenzia delle Entrate

Cambio residenza: quando passano i vigili?

La dichiarazione è sottoposta ad accertamento della Polizia Municipale circa l’effettiva sussistenza del requisito della dimora abituale.

Al fine di consentire tale accertamento, il cittadino deve apporre il proprio cognome e nome sul citofono e sulla cassetta postale, oppure deve comunicare al Comune eventuali riferimenti diversi (es. altri cognomi, numeri o lettere).

Nel caso in cui emerga dagli accertamenti la non corrispondenza alla realtà di fatto, ci sarà la decadenza del beneficio ottenuto. Verrà ripristinata la situazione anagrafica precedente e la segnalazione del nominativo del dichiarante (art. 76 del DPR 445/2000) all’autorità di Pubblica Sicurezza per dichiarazioni mendaci in atto pubblico.

 

Social Media & Community Manager

Ho conseguito la laurea in Economia e Gestione Aziendale e da cinque anni mi occupo di digital marketing. Sono responsabile del blog SmartFocus e gestisco i canali social di VisureItalia® curando i rapporti con la community dei lettori. Ogni giorno mi informo su nuove normative in campo fiscale, tributario o economico e mi piace condividere le mie conoscenze con i nostri lettori.

© Riproduzione riservata

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com. Inoltre, iscriviti alla newsletter per ricevere gratuitamente aggiornamenti su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi!
Servizi VisureItalia

0 commenti per "Come cambiare residenza? Ecco alcuni consigli utili"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *