Dove e come richiedere il casellario giudiziale?

Dove e come richiedere il casellario giudiziale?

Per risalire ai rapporti che un soggetto ha intrattenuto con la giustizia bisogna visionare il certificato del casellario giudiziale, un particolare tipo di documento rilasciato dalla Procura della Repubblica. In questo articolo ti spieghiamo come e dove si richiede il casellario giudiziale in modo semplice e veloce.

INDICE:

  1. Cos’è il casellario giudiziale?
  2. Dove si richiede online il certificato del casellario giudiziale?
  3. Casi particolari di richiesta del casellario giudiziale
  4. Quali sono le differenze tra carichi pendenti e casellario giudiziale?
  5. Quando serve il casellario giudiziale?
  6. Quando è richiesto il casellario giudiziale per lavoro?

Cos’è il casellario giudiziale?

Come anticipato, il casellario giudiziale è un certificato con cui si possono conoscere le condanne penali definitive, alcune tipologie di provvedimenti civili e ulteriori annotazioni di natura amministrativa a capo di una persona. 

Nello specifico, si distinguono tre tipologie di casellario giudiziale:

  • Civile: riguarda i provvedimenti relativi alla capacità della persona (come inabilitazione, amministrazione di sostegno, interdizione giudiziale o legale), i provvedimenti riferiti ai fallimenti e quelli legati alla perdita o revoca della cittadinanza (art. 26 T.U.),
  • Penale: spesso conosciuto come fedina penale, questo documento riporta eventuali sentenze penali passate in giudicato. In genere si richiede per uso amministrativo, lavoro ed elezioni,
  • Generale: contiene le sentenze (sia civili che penali) passate in giudicato. In genere si richiede per uso amministrativo, adozione, lavoro, cittadinanza ed emigrazione (permesso e carta di soggiorno), volontariato e concorso. Riassume quindi i primi due certificati illustrati sopra.

Dove si richiede online il certificato del casellario giudiziale?

Adesso che sono più chiare le differenze fra le diverse tipologie di casellario giudiziale, puoi scegliere quello di tuo interesse online sul sito VisureItalia. Riceverai il documento di cui hai bisogno direttamente sulla tua e-mail in appena 3 giorni lavorativi!

Certificato civile casellario giudizialeclose

Ti serviranno:

  • Cognome
  • Nome

Certificato penale casellario giudizialeclose

Ti serviranno:

  • Cognome
  • Nome

Certificato generale casellario giudizialeclose

Ti serviranno:

  • Cognome
  • Nome

Tali certificati, inoltre, possono essere richiesti dai seguenti soggetti:

  • dall’interessato o da un suo delegato,
  • dalle pubbliche amministrazioni o gestori di pubblici servizi, quando il certificato serve per espletare le loro funzioni,
  • dall’autorità giudiziaria penale che li acquisisce direttamente.

Casi particolari di richiesta del casellario giudiziale

Vediamo adesso quali sono i casi particolari di richiesta di tale certificato:

  • per i minorenni, la domanda è presentata da colui che esercita la potestà genitoriale se il minore non ha ancora compiuto 16 anni,
  • per gli interdetti, il loro tutore si occupa di inoltrare la domanda,
  • la persona detenuta o inserita in una comunità terapeutica può inoltrare la richiesta per posta o tramite un delegato oppure, se sprovvista di documenti, con richiesta vistata dall’ufficio matricolare del carcere,
  • per la richiesta proveniente dall’estero, la richiesta in carta semplice deve contenere l’indicazione delle generalità dell’interessato, l’indirizzo a cui spedire il certificato, la motivazione della richiesta e l’uso cui è destinato.

Quali sono le differenze tra carichi pendenti e casellario giudiziale?

Entrambi i certificati sono rilasciati in bollo dall’ufficio del casellario giudiziale presso la Procura della Repubblica e sono validi ad uso legale, ma:

  • il certificato dei carichi pendenti si richiede quando il procedimento è ancora pendente, ovvero ci si trova ancora nella fase delle indagini o in quella del processo,
  • il certificato del casellario giudiziale riporta, invece, le condanne penali definitive e gli eventuali provvedimenti in campo civile e amministrativo a capo di un soggetto. 

Ne consegue che mentre il primo elenca i procedimenti in corso, il secondo riporta, invece, le condanne penali definitive poiché già passate in giudicato. 

Quando serve il casellario giudiziale?

Il certificato del casellario giudiziale può essere richiesto, ad esempio, in queste situazioni:

  • per un’eventuale assunzione di lavoro;
  • per accedere a un concorso pubblico;
  • in caso di adozione o affidamento di minori;
  • per la richiesta del permesso di soggiorno o del passaporto;
  • per accertamenti da parte dei servizi sociali;
  • in una controversia di lavoro;
  • per partecipare ad una gara d’appalto;
  • per il rilascio del nulla osta consolare per sposare una persona extra-europea.

Quando è richiesto il casellario giudiziale per lavoro?

Le aziende devono richiedere questo tipo di certificato in caso si assunzione di persone che svolgeranno attività professionali o di volontariato che comportino contatti diretti con minori.

Lo scopo è quello di verificare l’esistenza di:

  • condanne per i reati previsti agli articoli 600-bis, 600-ter, 600-quater, 600-quater.1, 600-quinquies e 609-undecies del codice penale,
  • sanzioni interdittive all’esercizio di attività che prevedano contatti diretti e regolari con minori. 

Questo certificato deve essere richiesto dal datore di lavoro privato quando intende stipulare un contratto di lavoro. Sono esclusi, quindi, i casi di semplici forme di collaborazione.

Potrebbe interessarti anche >> Reato di guida in stato di ebbrezza e iscrizione al Casellario Giudiziale

 

Legal Service Specialist in VisureItalia®

Legal Service Specialist – Ho acquisito una formazione tecnica in architettura di interni e nell’architettura del paesaggio. Da venti anni svolgo la professione di visurista per ispezioni ipotecarie e catastali presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari ed il Catasto per conto di studi notarili, enti di riscossione e istituti di credito. In VisureItalia® ricopro il ruolo di Legal Services Specialist e coordino le attività del team di visuristi operativi in tutti gli Uffici di Pubblicità Immobiliare in Italia. Su SmartFocus condivido le mie conoscenze per facilitare l’accesso alle banche dati pubbliche e ai Pubblici Registri in particolare.

© Riproduzione riservata

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com. Inoltre, iscriviti alla newsletter per ricevere gratuitamente aggiornamenti su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi!
Servizi VisureItalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *