Successione telematica: ecco come funziona la dichiarazione

Successione telematica: ecco come funziona la dichiarazione

A seguito del decesso di una persona, i suoi eredi, chiamati all’eredità e legatari hanno a disposizione un anno di tempo per presentare la dichiarazione di successione all’Agenzia delle Entrate. Questo termine decorre dalla data di apertura della successione, che di solito corrisponde alla data di morte del de cuius. I soggetti obbligati alla presentazione della denuncia di successione possono farlo da farli presentandola esclusivamente in forma telematica, oppure possono rivolgersi a un intermediario abilitato. Vediamo in questo articolo come fare!

INDICE:

  1. Come si trasmette la dichiarazione di successione telematica?
  2. Come inviare la dichiarazione di successione telematica?
  3. Quali sono i documenti da presentare per la successione telematica?
  4. Dove trovare l’attestazione di avvenuta presentazione della dichiarazione di successione?
  5. Altre informazioni utili

Come si trasmette la dichiarazione di successione telematica?

Come abbiamo anticipato, la dichiarazione di successione deve essere presentata online, ovvero solo in via telematica a partire da gennaio 2019. Tuttavia, se il decesso si è verificato prima del 3 ottobre 2006, deve essere utilizzato il precedente Modello 4 in forma cartacea.

Inoltre, la dichiarazione deve essere inviata all’ufficio dell’Agenzia delle Entrate incaricato in riferimento all’ultima residenza del defunto, se si tratta di una prima dichiarazione. Oppure, se si tratta di una dichiarazione che modifica una già presentata attraverso il Modello 4, è necessario proseguire con l’utilizzo di questo modello.

Come inviare la dichiarazione di successione telematica?

La trasmissione con invio diretto della dichiarazione di successione è possibile se sussistono le condizioni specificate nella omonima pagina sul sito dell’Agenzia delle Entrate. In alternativa, tutti possono usufruire degli strumenti software messi a disposizione dall’ente. In questo caso, prima di essere inviato, il file deve essere firmato e cifrato per consentire all’ente di verificare la provenienza e l’integrità dei dati. Tale attività, inoltre, avviene con le seguenti applicazioni:

  • File Internet per gli utenti del servizio Fisconline,
  • Entratel per gli utenti del servizio Entratel.

Ambedue le applicazioni devono essere installate nell’applicazione “Desktop Telematico” e, al termine della fase di firma e cifra, il Desktop Telematico offre la possibilità di concludere le attività con l’invio del file. In alternativa, si può inviare il file autenticato alla sezione “Servizi per – Inviare” dei Servizi Telematici con la funzione “Invio altri documenti”. L’invio giunge al termine solo con la ricezione dell’esito di conferma della trasmissione, che riporta anche il protocollo attribuito. Lo stato di elaborazione dei file inviati, inoltre, è consultabile in “Ricevute – Ricerca Ricevute” del sito dei Servizi Telematici.

Quali sono i documenti da presentare per la successione telematica?

Riportiamo alcuni dei servizi online che possono essere utili per ottenere tutti i documenti necessari per una compilazione corretta della denuncia di successione, richiedibili online sul sito di VisureItalia in pochi semplici clic:

Dichiarazione di successione onlineclose

Ti serviranno:

  • Cognome
  • Nome
  • Data di nascita
  • Provincia di decesso
  • Comune di decesso
  • Data di decesso

Dichiarazione di successione immobili e conto correnteclose

Ti serviranno:

  • Cognome
  • Nome
  • Data di nascita
  • Provincia di decesso
  • Comune di decesso
  • Data di decesso

Dichiarazione di successione beni mobili ed immobiliclose

Ti serviranno:

  • Cognome
  • Nome
  • Data di nascita
  • Provincia di nascita
  • Provincia di decesso
  • Comune di decesso
  • Data di decesso

Vediamo nel dettaglio il contenuto di questi servizi:

Dichiarazione di successione online

Indicato soprattutto se il de cuius era proprietario soltanto di beni immobili, il servizio di dichiarazione di successione online unisce diversi documenti:

  • estratto dell’atto di morte,
  • certificato dello stato di famiglia del defunto,
  • rintraccio eredi,
  • visura ipotecaria per nominativo del de cuius,
  • visura catastale storica per soggetto,
  • relazione ipotecaria.

Dichiarazione di successione immobili e conto corrente

La dichiarazione immobili e conto corrente elenca i beni immobili e mobili intestati al de cuius e anche i rapporti bancari del conto corrente che sono intestati allo stesso.

Dichiarazione di successione beni mobili ed immobili

Questo servizio consiste in una ricerca sui beni di proprietà del defunto. Può essere utile quando gli eredi intendono verificare la presenza di eventuali gravami, ipoteche e pregiudizievoli sul patrimonio in eredità.

In tal caso i documenti inviati sono:

  • estratto dell’atto di morte,
  • certificato stato di famiglia del de cuius,
  • rintraccio degli eredi,
  • visura ipotecaria in capo al de cuius,
  • visura catastale storica per ogni immobile,
  • cariche, qualifiche e partecipazioni societarie,
  • visura PRA per nominativo.

Dove trovare l’attestazione di avvenuta presentazione della dichiarazione di successione?

Si può consultare la copia semplice della dichiarazione presentata alla voce “Prelevare documenti” della sezione “Ricevute” del sito dell’Agenzia. Quanto all’esito della domanda di volture catastali, questo viene fornito nella sezione in cui si trovano le altre ricevute.

Con la presentazione della dichiarazione telematica è possibile richiedere l’attestazione di avvenuta presentazione della dichiarazione di successione telematica, ossia la copia conforme. L’attestazione elettronica firmata digitalmente riporta un contrassegno, cioè un codice identificativo del documento, e un Codice di Verifica del Documento con cui verificare l’originalità dello stesso.

Dopo aver avuto riscontro dell’avvenuto versamento e della regolarità della dichiarazione, l’attestazione è resa al soggetto che l’ha trasmessa nella sezione “Prelevare documenti” nell’area riservata. L’attestazione infine resterà disponibile per chi ha trasmesso la dichiarazione per una settimana dalla prima richiesta di download. Dopo di che, la stessa potrà essere richiesta soltanto presso gli uffici territoriali.

Altre informazioni utili

In via temporanea, nel caso in cui si intenda richiedere una seconda o più attestazioni, si può inviare online una dichiarazione sostitutiva. Ciò è possibile azzerando imposte, tasse e tributi ricalcolati dalla procedura informatica nel quadro EF (se nella precedente dichiarazione sono stati indicati immobili), tranne le somme dovute per il rilascio delle attestazioni. In tal modo, quindi, non sarà necessario recarsi all’ufficio dell’Agenzia.

Il rilascio dell’attestazione, inoltre, avviene in seguito alla trasmissione della dichiarazione di successione telematica.
Infine, qualora non si intenda esibire la dichiarazione per intero, bisogna rivolgersi ad un ufficio territoriale per ottenere l’estratto della dichiarazione, versando le relative somme.

Leggi anche >> Tempi di attesa per la successione: ecco quanto si deve aspettare

 

Legal Service Specialist in VisureItalia®

Legal Service Specialist – Ho acquisito una formazione tecnica in architettura di interni e nell’architettura del paesaggio. Da venti anni svolgo la professione di visurista per ispezioni ipotecarie e catastali presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari ed il Catasto per conto di studi notarili, enti di riscossione e istituti di credito. In VisureItalia® ricopro il ruolo di Legal Services Specialist e coordino le attività del team di visuristi operativi in tutti gli Uffici di Pubblicità Immobiliare in Italia. Su SmartFocus condivido le mie conoscenze per facilitare l’accesso alle banche dati pubbliche e ai Pubblici Registri in particolare.

© Riproduzione riservata

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com. Inoltre, iscriviti alla newsletter per ricevere gratuitamente aggiornamenti su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi!
Servizi VisureItalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *