Modulo sospensione fermo amministrativo: scarica la delega

Modulo sospensione fermo amministrativo: scarica la delega

Il fermo amministrativo comporta il blocco di un bene mobile del debitore al fine di riscuotere i crediti non pagati. Una volta avvenuta l’iscrizione del fermo, il contribuente può richiedere la rateizzazione del debito. Se l’istanza viene accolta, Agenzia delle Entrate-Riscossione emette una sospensione fermo amministrativo.

Modulo delega per sospensione fermo amministrativo

Modulo delega per sospensione fermo amministrativo

In caso di mancato o parziale pagamento di tributi o tasse (come IVA, IRPEF, bollo auto, contributi Inps, canone RAI, ecc…) oppure di multe relative a infrazioni al Codice della Strada, l’agenzia di riscossione dei debiti può disporre il fermo dei veicoli intestati al debitore. Questo avviene con l’iscrizione del fermo amministrativo nel Pubblico Registro Automobilistico (PRA).

Se vuoi approfondire sulle conseguenze che comporta un fermo amministrativo, clicca QUI.

L’iscrizione del fermo determina quindi una limitazione della disponibilità del bene mobile. Il veicolo non potrà:

  • circolare, diversamente è prevista sanzione;
  • essere radiato dal PRA, quindi l’impossibile demolizione o esportazione all’estero;
  • circolare ed essere radiato dal PRA, in caso di vendita successiva all’iscrizione del fermo.

Avvenuta l’iscrizione del fermo, il contribuente può richiedere la rateizzazione del debito. Se questa viene accolta, il fermo amministrativo non è cancellato fino al momento dell’integrale pagamento del debito. Si potrà ottenere però una sospensione fermo amministrativo.

Come avviene la sospensione fermo amministrativo

Con il pagamento della prima rata, l’Agenzia delle Entrate-Riscossione rilascia all’interessato una lettera di consenso all’annotazione al PRA della sospensione fermo amministrativo. Per richiedere tale annotazione è previsto il termine perentorio di 60 giorni. Nel caso di superamento di questa soglia temporale, l’annotazione al PRA della sospensione fermo amministrativo può avvenire richiedendo il rilascio di un nuovo provvedimento di sospensione.

Il provvedimento di sospensione può essere rilasciato dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione anche in formato elettronico. Sarà il contribuente a doversi occupare della successiva stampa.

In caso di mancato versamento degli importi rateizzati, si assisterà alla revoca d’ufficio della sospensione del fermo.

La documentazione richiesta

È possibile depositare il provvedimento di sospensione fermo amministrativo al PRA anche senza recarsi personalmente agli uffici competenti. Il tutto potrò svolgersi comodamente online.

Ecco la documentazione richiesta:

  • provvedimento di sospensione del fermo amministrativo in originale (no copia);
  • copia di un documento di identità e codice fiscale del proprietario del veicolo;
  • delega sottoscritta dal proprietario del veicolo;
  • in caso di veicolo intestato a società, dichiarazione sostitutiva sottoscritta dal legale rappresentante;

Il modulo di delega

Richiedendo tramite servizio online la sospensione del fermo, l’intestatario non dovrà presentare personalmente la pratica. Sarà però necessaria la compilazione del modulo di delega PRA.

Il delegato dovrà infatti presentarsi con la delega compilata e firmata dall’intestatario, e con tutta la documentazione precedentemente elencata.

Scarica subito il modulo sospensione fermo amministrativo

 

Social Media & Community Manager

Ho conseguito la laurea in Economia e Gestione Aziendale e da cinque anni mi occupo di digital marketing. Sono responsabile del blog SmartFocus e gestisco i canali social di VisureItalia® curando i rapporti con la community dei lettori. Ogni giorno mi informo su nuove normative in campo fiscale, tributario o economico e mi piace condividere le mie conoscenze con i nostri lettori.

© Riproduzione riservata

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com. Inoltre, iscriviti alla newsletter per ricevere gratuitamente aggiornamenti su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi!
Servizi VisureItalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *