Certificato cronologico pra: il fac-simile

Certificato cronologico pra: il fac-simile

Uno dei documenti ufficiali rilasciati dal Pubblico Registro Automobilistico è il certificato cronologico PRA. Questo documento attesta lo stato attuale nonché tutti i trasferimenti di proprietà riguardanti un veicolo, come un’auto, un motoveicolo o un rimorchio, ed è comprensivo di eventuali ipoteche o pregiudizievoli. Scarica il fac-simile dell’estratto cronologico PRA.

Certificato cronologico pra: a cosa serve?

Il certificato cronologico PRA (o estratto cronologico) è un documento che attesta la storia delle vicende giudico-patrimoniali di un veicolo, fin dalla sua iscrizione al Pubblico Registro Automobilistico (PRA).

Questo certificato rientra, quindi, tra i documenti relativi ai veicoli rilasciati su richiesta dal PRA. Quest’ultimo raccoglie tutte le iscrizioni, le trascrizioni e le annotazioni relative ai beni mobili registrati.

Nello specifico, il certificato cronologico PRA ha valore legale, al contrario della semplice visura. In esso sono indicati, in ordine cronologico, tutti i dati giuridici annotati dalla prima iscrizione del veicolo, come proprietari, ipoteche, gravami, operazioni effettuate, ecc.

Estratto Cronologico PRA: scarica il fac-simile

Come richiedere un certificato cronologico PRA

È possibile richiedere l’estratto cronologico recandosi all’Ufficio Provinciale del PRA. Le stesse informazioni possono essere richieste anche on line tramite VisureItalia.

Estratto cronologico pra per targaclose

Ti serviranno:

  • Tipo
  • Targa

Il documento viene consegnato via email in due ore lavorative, oppure 15 minuti se richiesto con urgenza.

Le informazioni comprese nel certificato per ogni trasferimento di proprietà riguardano:

– dati anagrafici del proprietario
– dati anagrafici del conduttore (in caso di leasing)
– stato giuridico attuale (ipoteche, blocchi amministrativi, ecc.)
– dati tecnici (telaio, cilindrata, marca, modello, ecc.).

Vi ricordiamo che i veicoli agricoli e i ciclomotori, non essendo iscritti al PRA, non sono visionabili. Inoltre, in caso di targhe immatricolate prima del 1993, di veicoli radiati oppure di veicoli reimmatricolati a seguito di perdita di possesso, è possibile che le targhe non siano presenti online ma solo nell’archivio cartaceo dell’ufficio di competenza. La ricerca per targa si dovrà, quindi, effettuare manualmente presso gli archivi con conseguente variazione dei tempi di consegna.

Leggi anche >> Estratto cronologico PRA: che informazioni contiene?

Gli altri documenti rilasciati dal PRA

Come anticipato, un altro servizio richiedibile attraverso il Pubblico Registro Automobilistico è quello delle visure PRA. Queste, a differenza dell’estratto cronologico, contengono la situazione attuale del veicolo.

Nel caso vi sia, quindi, la necessità di conoscere il proprietario di un veicolo è possibile ricorrere alla semplice visura. Questo documento, però, non ha valore legale perché privo dei diritti di bollo.

Altri servizi da effettuare presso il PRA sono, ad esempio, la sospensione e la cancellazione del fermo amministrativo, nonché la trascrizione in un’atto di pignoramento.

 

Social Media & Community Manager

Ho conseguito la laurea in Economia e Gestione Aziendale e da cinque anni mi occupo di digital marketing. Sono responsabile del blog SmartFocus e gestisco i canali social di VisureItalia® curando i rapporti con la community dei lettori. Ogni giorno mi informo su nuove normative in campo fiscale, tributario o economico e mi piace condividere le mie conoscenze con i nostri lettori.

© Riproduzione riservata

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com. Inoltre, iscriviti alla newsletter per ricevere gratuitamente aggiornamenti su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi!
Servizi VisureItalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *