Differenza tra persona fisica e persona giuridica

Differenza tra persona fisica e persona giuridica

Nel linguaggio giuridico, con il termine “persona” si fa riferimento al soggetto di un rapporto giuridico. È soggetto di diritto il titolare di posizioni giuridiche. Questo si distingue in persona fisica e persona giuridica. Analizziamo le differenze tra questi soggetti titolari della capacità giuridica.

I soggetti di diritto: le persone fisiche e le persone giuridiche

I soggetti di diritto: le persone fisiche e le persone giuridiche

Cosa si intende per persona fisica e persona giuridica

I soggetti del diritto, titolari di diritti e obblighi, sono investiti della necessaria capacità giuridica. Tra questi rientrano:

  • le persone fisiche (artt. 1-10), ovvero «l’uomo» ossia l’essere umano come concetto comprensivo anche della donna;
  • le persone giuridiche (artt.11-35), da intendersi come unioni organizzate di uomini o beni destinati a uno scopo, cui l’ordinamento giuridico attribuisce la qualità di soggetto di diritto.

La persona fisica

Tutti gli uomini, senza nessuna esclusione, sono titolari di diritti e doveri. Per capacità giuridica si intende per l’appunto l’idoneità a diventare titolari di diritti e di doveri. Nel nostro ordinamento giuridico, quindi, tutte le persone fisiche hanno capacità giuridica e l’acquistano al momento della nascita. Di contro, la personalità giuridica dell’individuo si estingue con la morte.

Da ciò deriva la considerazione che un bambino non è naturalmente in grado di badare ai propri interessi. Per questo occorre parlare allora di capacità d’agire, ovvero “l’idoneità a compiere validamente atti giuridici che consentono al soggetto di acquisire ad esercitare diritti e di assumere e adempiere obblighi“. Questa capacità è attribuita quindi al soggetto che ha raggiunto un’adeguata maturità psichica, solo in questo caso sarà in grado di curare i propri interessi. Ma quando si raggiunge questa “maturità psichica”? Il legislatore ha fissato un’età uguale per tutti, ovvero il compimento del diciottesimo anno di età. Con la maggiore età si reputa che il soggetto sia capace di assumere validamente le decisioni che lo riguardano.

In alcuni casi è disposta un’età minore e in altri una maggiore, o ancora ci sono delle situazioni in cui, seppure legalmente capace perché maggiorenne, il soggetto non si trova in una situazione tale da poter tutelare i propri interessi. Si parla in quest’ultimo caso di incapacità d’agire.

La persona giuridica

La persona giuridica può essere definita come un’unione organizzata di uomini e beni costituita per il raggiungimento di scopi che superano le forze del singolo. È riconosciuta dall’ordinamento come un soggetto di diritto autonomo e quindi è dotata di propria capacità giuridica distinta da quella delle persone fisiche che la costituiscono, insieme all’elemento patrimoniale.

Questo soggetto di diritto è dotato di autonomia patrimoniale. Il patrimonio dell’ente si distingue nettamente da quello dei soggetti che lo costituiscono. Vi è quindi un irresponsabilità dei singoli per le obbligazioni della persona giuridica, anche se gli amministratori sono responsabili, sia verso l’ente che verso terzi, per i danni da essi arrecati violando i doveri derivanti dalla loro carica.

Esistono diverse tipologie di persone giuridiche:

1. se prevale l’elemento personale o quello patrimoniale, distinguiamo:

  • le associazioni;
  • le fondazioni;

2. in base al fine perseguito, distinguiamo:

  • le persone giuridiche a scopo ideale;
  • le persone giuridiche a scopo economico;

3. a seconda della loro natura, distinguiamo:

  • le persone giuridiche pubbliche;
  • le persone giuridiche private.

Anche gli enti possono essere dotati di capacità giuridica. In questo caso si parla di personalità giuridica: quando questa viene acquisita dall’ente diviene, appunto, “persona giuridica” e quindi può essere anch’essa titolare di situazioni giuridiche.
La capacità giuridica delle persone giuridiche è più limitata rispetto quella delle persone fisiche. Manca ovviamente l’attributo della fisicità e di conseguenza la persona giuridica non potrà sposarsi, avere figli, nonché essere titolare di diritti personalissimi.

Vi possono essere però alcuni enti non dotati di personalità giuridica, detti enti di fatto o non riconosciuti. Questa situazione di verifica quando non è stato seguito l’iter previsto dalla legge per acquisirla, rinunciando così ad ottenerla pienamente.

 

Social Media & Community Manager

Ho conseguito la laurea in Economia e Gestione Aziendale e da cinque anni mi occupo di digital marketing. Sono responsabile del blog SmartFocus e gestisco i canali social di VisureItalia® curando i rapporti con la community dei lettori. Ogni giorno mi informo su nuove normative in campo fiscale, tributario o economico e mi piace condividere le mie conoscenze con i nostri lettori.

© Riproduzione riservata

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com. Inoltre, iscriviti alla newsletter per ricevere gratuitamente aggiornamenti su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi!
Servizi VisureItalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *