Scadenze fiscali luglio 2021: ecco quali sono le più importanti

Scadenze fiscali luglio 2021: ecco quali sono le più importanti

Sono diverse le novità introdotte sulle scadenze fiscali di luglio 2021,come i versamenti di giugno per contribuenti ISA e forfettari prorogati al 20 luglio. Vediamo nel dettaglio quali sono tutte le altre date del calendario dell’Agenzia delle Entrate da ricordare.

INDICE:

  1. Quali sono le date da segnare nel calendario delle scadenze fiscali di luglio 2021?
  2. 15 luglio
  3. 16 luglio
  4. 20 luglio
  5. 23 luglio
  6. 26 luglio
  7. 30 luglio

Quali sono le date da segnare nel calendario delle scadenze fiscali di luglio 2021?

Riportiamo nella tabella delle scadenze fiscali di luglio 2021 le date più importanti da ricordare e le relative tipologie di adempimenti:

CADENZE FISCALI
DI LUGLIO 2021
TIPOLOGIE DI
ADEMPIMENTI
15 luglioComunicazioni (1)
Adempimenti contabili (3)
16 luglioVersamenti (88)
20 luglioDichiarazioni (1)
Comunicazioni (2)
23 luglioDichiarazioni (3)
26 luglioDichiarazioni (2)
30 luglio Versamenti (81)
Dichiarazioni (2)
Ravvedimento (1)
Richieste/domande/istanze (1)

15 luglio

  • comunicazione dei dati di dettaglio sul canone TV addebitabile e accreditabile nelle fatture emesse dalle imprese elettriche (riferiti a giugno);
  • emissione e registrazione fatture su beni spediti e consegnati a giugno, secondo i documenti di trasporto che indicano i soggetti tra cui si svolge l’operazione;
  • adempimenti contabili di associazioni e pro-loco che devono annotare l’ammontare dei corrispettivi e di qualsiasi provento conseguito nell’esercizio di attività commerciali a giugno;
  • adempimenti contabili per chi esercita commercio al minuto, che è esonerato dal trasmettere in via telematica i corrispettivi. Si tratta della registrazione delle operazioni per le quali è rilasciato lo scontrino o la ricevuta fiscale, effettuate nel mese solare precedente.

16 luglio

  • versamento della seconda rata IRPEF sui redditi con tassazione separata per le partita Iva, da indicare in dichiarazione dei redditi, e non soggetti a ritenuta alla fonte;
  • versamento seconda rata IRPEF come primo acconto 2021 e saldo 2020;
  • adeguamento delle risultanze sugli Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale e versamento della seconda rata;
  • addizionali IRES per gli intermediari finanziari e per Banca di Italia;
  • versamento per le partite Iva della seconda rata per l’addizionale regionale e comunale all’IRPEF;
  • versamento della seconda addizionale IRES per lavoratori nella ricerca e coltivazione di idrocarburi;
  • tassa etica per soggetti IRES;
  • (per i titolari di partita Iva) versamento della seconda rata della cedolare secca per il saldo 2020 e acconto 2021;
  • imposte sostitutive e versamento delle ritenute per il mese precedente;
  • versamento IVA, IRES e IRAP.

20 luglio

  • dichiarazione IVA trimestrale;
  • comunicazioni per le operazioni di verifica periodica svolte nel trimestre precedente;
  • comunicazione all’Agenzia delle Entrate su situazioni di addebito, accredito, riscosso e riversato a giugno per i dati sul canone TV.

23 luglio

  • presentazione dei CAF e professionisti abilitati delle dichiarazioni presentate con modello 730 dai contribuenti (periodo 21 giugno – 15 luglio 2021). In tali comunicazioni, inoltre, sono incluse anche le scelte per il cinque, il due e l’otto per mille.

26 luglio

  • presentazione degli elenchi riepilogativi INTRASTAT per acquisti e cessioni di beni e servizi da parte di partita Iva in territori che appartengono all’Unione Europea.

30 luglio

  • versamenti su imposte sui redditi, come l’IRPEF con maggiorazione dello 0,40% e dei saldi per l’anno 2019 e per il primo acconto 2020;
  • versamento trimestrale e semestrale del canone RAI quando non si può pagare con le fatture emesse dalle aziende elettriche;
  • versamento cedolare secca (saldo 2019 e primo acconto 2020) per le dichiarazioni dei redditi e IVA dei non interessati da ISA e per le partite Iva non forfettarie,
  • pagamento delle ritenute sui redditi da lavoro autonomo con maggiorazione 0,40% e versamenti IVA, IRES, IRAP,
  • dichiarazione trimestrale sull’imposta di bollo sugli assegni circolari, ravvedimento operoso per i tributi da pagare entro il 30 giugno e presentazione del modello IVA TR.

Fonte: Agenzia delle Entrate

 

Content Marketing Specialist

Ho conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione e un Master in Digital Marketing. Attualmente ricopro il ruolo di Content Marketing Specialist presso VisureItalia® e aiuto i lettori del blog SmartFocus a restare sempre aggiornati sulle novità in ambito fiscale, tributario ed economico.

© Riproduzione riservata

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com. Inoltre, iscriviti alla newsletter per ricevere gratuitamente aggiornamenti su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi!
Servizi VisureItalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *