Millesimi di proprietà: come calcolarli per il voto all’assemblea

Millesimi di proprietà: come calcolarli per il voto all’assemblea

All’Assemblea condominiale si vota sempre secondo i millesimi di proprietà: ecco come calcolarli.

tabella millesimali

Come funziona il voto all’assemblea di Condominio?

Perché all’assemblea condominiale si possa deliberare su qualsiasi aspetto della gestione del condominio, è necessario che si raggiunga una doppia maggioranza:

  • la deliberazione deve essere adottata con il voto favorevole della maggioranza degli intervenuti
  • e un determinato numero di millesimi.

Per la nomina o la revoca dell’amministratore, ad esempio, è necessario il voto favorevole della maggioranza dei partecipanti all’assemblea ed almeno la metà del valore dell’edificio (500 millesimi). Per l’approvazione del rendiconto, ad esempio, è sufficiente il voto favorevole della maggioranza dei partecipanti all’assemblea ed 1/3 del valore millesimale dell’edificio (333 millesimi).

In pratica, per la base millesimale ai fini del calcolo delle maggioranze bisogna sempre fare riferimento alla così detta tabella generale, sia che si tratti di nominare l’amministratore che di deliberare lavori di manutenzione, di approvare il rendiconto e così via.

La tabella millesimale di proprietà, infatti, riflette il rapporto di proporzione tra proprietà individuale e proprietà generale ai fini del funzionamento dell’assemblea. Le altre tabelle, ossia la tabella ascensore, invece, servono esclusivamente ai fini della ripartizione delle spese secondo criteri che tengano in considerazione le peculiarità d’uso connesse alla singola unità immobiliare.

Come calcolare i millesimi di proprietà in un Condominio?

millesimi di proprietà costituiscono la vera e propria unità di misura delle proprietà condominiali. Ma come si calcolano queste tabelle millesimali e quali sono i parametri che bisogna tenere in considerazione?

Per calcolare la tabella millesimale di un condominio, e di qualunque edificio su base generale, dobbiamo per prima cosa considerare il valore dell’edificio condominiale uguale a 1000: seguendo questa logica possiamo considerare la proprietà dei singoli condomini espressa in millesimi, come ad esempio 40/1000 (40 millesimi) o 126/1000 (126 millesimi).

Per determinare da quanti millesimi è composto ogni singolo condominio, bisogna conoscere:

  • la superficie dell’unità immobiliare
  • la cubatura della stessa
  • il livello di piano
  • l’orientamento.

Inoltre, bisogna considerare se l’unità è servita o meno da un ascensore e se è dotata di giardino privato o di uno spazio esterno proprio oppure no. Migliori sono le caratteristiche dell’unità immobiliare, più alto è il coefficiente che dovremo andare ad attribuire alla stessa.

Come ottenere questi dati in modo certo? È possibile richiedere una visura catastale per immobile online su Visure Italia. Il documento ottenuto viene estratto direttamente dal portale dell’Agenzia del Territorio e contiene i seguenti dati utili per il calcolo dei millesimali:

  • catasto Terreni o Fabbricati
  • Comune
  • dati identificativi catastali
  • superficie e metri quadri
  • categoria, classe e rendita
  • soggetti (persone o società) intestatari dell’immobile.

Una volta create le tabelle millesimali sarà necessario procedere alla loro approvazione con una semplice assemblea condominiale, a patto che in essa vi siano rappresentati almeno 500 millesimi. Nel caso in cui non si riesca a mettere d’accordo i condomini è possibile procedere anche facendo ricorso al tribunale o, semplicemente, al giudice di pace competente per territorialità.

Leggi anche > Elenco dati e millesimi dei proprietari: quando al creditore?

 

Legal Service Specialist in VisureItalia®

Legal Service Specialist – Ho acquisito una formazione tecnica in architettura di interni e nell’architettura del paesaggio. Da venti anni svolgo la professione di visurista per ispezioni ipotecarie e catastali presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari ed il Catasto per conto di studi notarili, enti di riscossione e istituti di credito. In VisureItalia® ricopro il ruolo di Legal Services Specialist e coordino le attività del team di visuristi operativi in tutti gli Uffici di Pubblicità Immobiliare in Italia. Su SmartFocus condivido le mie conoscenze per facilitare l’accesso alle banche dati pubbliche e ai Pubblici Registri in particolare.

© Riproduzione riservata

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com. Inoltre, iscriviti alla newsletter per ricevere gratuitamente aggiornamenti su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi!
Servizi VisureItalia

0 commenti per "Millesimi di proprietà: come calcolarli per il voto all’assemblea"

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *