Scadenze fiscali agosto: le date da ricordare

Scadenze fiscali agosto: le date da ricordare

Questo mese le scadenze fiscali si concentrano in soli tre giorni: 1, 22 e 31 agosto. Non sono oggetto di sospensione i versamenti della rottamazione-ter, mentre sono rimandati al 22 agosto gli adempimenti e versamenti dei datori di lavoro o committenti, così come anche gli ordinari adempimenti Iva. Ecco quali sono le principali scadenze del mese appena cominciato.

In questo articolo scoprirai:

  1. Quali sono i giorni da segnare delle scadenze fiscali di agosto 2022?
  2. 1 agosto
  3. 22 agosto
  4. 31 agosto

Quali sono i giorni da segnare delle scadenze fiscali di agosto?

Puoi consultare la tabella delle scadenze fiscali di agosto 2022 pubblicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate, che riporta gli adempimenti principali del mese:

SCADENZE FISCALI
DI AGOSTO 2022
TIPOLOGIE DI
ADEMPIMENTI
1 agostoDichiarazioni (2)
22 agostoVersamenti (168)
Dichiarazioni (2)
Comunicazioni (6)
Adempimenti contabili (3)
Richieste/domande/istanze (2)
31 agostoVersamenti (22)

1 agosto

Entro il primo giorno del mese gli operatori intracomunitari con obbligo mensile devono provvedere alla presentazione degli elenchi riepilogativi (INTRASTAT) delle cessioni di beni e prestazioni di servizi rese nel mese precedente nei confronti di soggetti UE.

Anche gli operatori intracomunitari con obbligo trimestrale, inoltre, sono tenuti a presentare gli elenchi INTRASTAT delle cessioni di beni e prestazioni di servizi rese nel secondo trimestre del 2022 a soggetti UE.

22 agosto

Questa data è senz’altro la giornata più densa di scadenze da tenere a mente. Elenchiamo di seguito le più significative per i cittadini:

Registrazione dei contratti di locazione

Insieme al versamento dell’imposta di registro, bisogna versare l’imposta sui contratti stipulati al primo luglio 2022, o rinnovati tacitamente alla stessa data. In questo caso sono coinvolti tutti coloro che non hanno optato per il regime fiscale della cedolare secca e che possono usare il modello F24 Elide.

Dichiarazione dei redditi

I professionisti con Partita IVA che devono versare le imposte di redditi delle persone fisiche, delle società e degli enti (per cui devono anche pagare l’Irap) devono versare la terza rata del pagamento rateizzato, con interessi dello 0,5%. Bisogna versare pertanto le tasse delle dichiarazioni annuali come il saldo 2021 e il primo acconto 2022.

Invio dell’esterometro

I soggetti passivi IVA che hanno la residenza in Italia devono trasmettere all’Agenzia delle Entrate tutte le informazioni relative alla cessione di beni o servizi del secondo trimestre 2022 corrisposte da e verso soggetti fuori dallo Stato.

Versamento contributi IVS

Si tratta del versamento dei contributi da parte di artigiani e commercianti mediante aliquote specifiche. Bisogna versare anche i contributi relativi alla gestione separata INPS per tutti i lavoratori che hanno stabilito delle collaborazioni coordinate e continuative, occasionali con redditi superiore a 5.000 euro all’anno, ma anche venditori porta a porta, assegnisti oppure dottorandi di ricerca.

Versamento dell’IVA

È relativo alle associazioni sportive dilettantistiche senza scopo di lucro e associazioni no profit con regime fiscale agevolato. Devono versare questa imposta anche coloro che hanno registrato o emesso fatture riguardanti il mese precedente su un documento di trasporto idoneo.

Canone RAI

I cittadini che devono provvedere al pagamento del canone RAI in modo separato dalle fatture delle imprese elettriche, sulle bollette dell’energia, devono versare la seconda rata semestrale del canone.

Tobin Tax

Scade in questo giorno anche il versamento delle imposte sulle transazioni finanziarie del mese precedente.

Sostituti d’imposta

Questi soggetti sono tenuti a versare l’imposta sostitutiva IRPEF e le addizionali regionali e comunali sugli stipendi versati ai dipendenti nel mese precedente con modello F24. Inoltre, devono versare anche le ritenute di luglio di quest’anno.

Enti non commerciali e produttori agricoli 

Devono provvedere al versamento IVA relativa agli acquisti effettuati di tipo intracomunitario, del mese precedente, tramite modello F24.

31 agosto

In conclusione, l’ultima data da ricordare è relativa all’appuntamento con le imposte sui redditi per i non titolari di partita Iva, insieme a:

  • Irpef, con il versamento della terza rata come primo acconto 2022 e saldo 2021 (a cui aggiungere gli interessi dello 0,66%);
  • addizionali regionali Irpef con interessi dello 0,66%;
  • cedolare secca con il pagamento della terza rata come primo acconto 2022 e saldo 2021, in cui si prevedono interessi dello 0,66%;
  • imposte sostitutive.

È anche l’ultima giornata utile per versare la rata bimestrale dell’imposta di bollo assolta in modo virtuale.

Leggi anche >> Cedolare secca affitti: cos’è e come si applica?

 

Content Marketing Specialist

Ho conseguito la laurea in Scienze della Comunicazione e un Master in Digital Marketing. Attualmente ricopro il ruolo di Content Marketing Specialist presso VisureItalia® e aiuto i lettori del blog SmartFocus a restare sempre aggiornati sulle novità in ambito fiscale, tributario ed economico.

© Riproduzione riservata

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com. Inoltre, iscriviti alla newsletter per ricevere gratuitamente aggiornamenti su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi!
Servizi VisureItalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.