Liberalizzazioni: ecco gli atti che competono anche agli avvocati

Liberalizzazioni: ecco gli atti che competono anche agli avvocati

Novità per avvocati e notai con il nuovo disegno di legge sulla Concorrenza.

liberalizzazioni notai avvocati

Dal Consiglio dei Ministri, in arrivo diverse liberalizzazioni che aprono la concorrenza, riducono le tariffe e migliorano la qualità dei servizi a vantaggio dei consumatori. Ecco le principali novità sulle liberalizzazioni per avvocati e notai.

Liberalizzazioni per avvocati e notai

Per quanto riguarda gli avvocati, il disegno di legge elimina il vincolo di appartenenza ad una sola associazione professionale, introduce l’obbligo di presentare un preventivo e consente sia le società multiprofessionali che l’ingresso di soci di capitali. Inoltre, il disegno di legge cancella l’esclusiva degli avvocati nella rappresentanza, nell’arbitrato rituale e nell’assistenza stragiudiziale.

Per quanto riguarda i notai, invece, il provvedimento sulle liberalizzazioni elimina il divieto di pubblicità, allarga il bacino di competenza ed elimina il reddito minimo di 50mila euro.

Leggi anche -> Il nuovo codice deontologico avvocati contro la pubblicità su web

Novità anche per gli atti con autentica notarile

Una delle più grandi novità contenute nel disegno di legge sulla Concorrenza riguarda l’introduzione di alcuni atti che possono essere formalizzati anche dall’avvocato, senza necessità di autentica notarile.

Secondo il disegno di legge, possono essere formalizzati dall’avvocato i passaggi immobiliari come le vendite e le donazioni, a condizione che:

  • non si tratti di abitazioni
  • il bene non abbia un valore catastale non superiore a 100mila euro.

I trasferimenti si formalizzeranno con una scrittura privata autenticata redatta dall’avvocato. Gli avvocati potranno provvedere anche:

  • alla costituzione di una Srl semplificata con scrittura privata
  • cessione di quote Srl oltre che con atto pubblico con scrittura privata o firma digitale delle parti.

In quest’ultimo caso, l’invio al Registro Imprese potrà avvenire direttamente o attraverso un intermediario abilitato alla Camera di Commercio.

Leggi anche -> Avvocati: ecco lo schema di accertamento per l’attività

 

Sono un avvocato del Foro di Cagliari, specializzato in materia di diritto civile e, in particolare, in diritto di famiglia e minori, recupero del credito e risarcimento del danno. Da oltre 15 anni metto a disposizione dei Clienti le mie competenze specialistiche e attraverso SmartFocus voglio aiutare persone e le imprese a capire i problemi connessi con il recupero di un credito nei confronti di un debitore.

© Riproduzione riservata

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com. Inoltre, iscriviti alla newsletter per ricevere gratuitamente aggiornamenti su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi!
Servizi VisureItalia

0 commenti per "Liberalizzazioni: ecco gli atti che competono anche agli avvocati"

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *