Visura ipocatastale: a cosa serve e quanto costa?

Visura ipocatastale: a cosa serve e quanto costa?

La visura ipocatastale, conosciuta anche come visura ipotecaria o ispezione ipocatastale, è un elenco degli atti di un immobile o un soggetto (fisico o giuridico). Vediamo a cosa serve una visura ipocatastale e come si può richiedere online in pochi semplici passaggi.

INDICE:

  1. Cos’è la visura ipocatastale?
  2. A cosa serve la visura ipocatastale?
  3. Quanto costa fare una visura ipocatastale online?
  4. Quali sono le differenze tra la visura catastale e ipocatastale?

Cos’è la visura ipocatastale?

La visura ipocatastale è un accertamento che si effettua in determinate situazioni, che serve a stabilire se una persona (fisica o giuridica) possiede un immobile e se su questo esistono dei gravami, cioè delle ipoteche.

Grazie alla visura ipocatastale, è possibile anche scoprire l’elenco degli atti di natura pregiudizievole o volontaria che pesano sull’immobile, cioè:

  • trascrizioni: si tratta degli atti per cui i diritti reali su un immobile passano da un soggetto a un altro (compravendite, successioni, pignoramenti, donazioni, etc.),
  • iscrizioni: sono gli atti attraverso cui un immobile va a garanzia a favore di uno o più soggetti,
  • annotazioni: tutte le modifiche relative a iscrizioni e trascrizioni presentate in precedenza.

Queste sono le formalità, che possono essere a favore o contro. Nel primo caso, parliamo degli acquisti, mentre nel secondo ci riferiamo agli atti di vendita o le ipoteche.

A cosa serve la visura ipocatastale?

La visura ipocatastale può essere richiesta per un soggetto o per un immobile. Nel primo caso, può essere utile prima di iniziare rapporti commerciali oppure per individuare i beni aggredibili di una persona. Bisogna richiedere invece una visura ipocatastale su un immobile prima di effettuare un acquisto oppure altre operazioni che riguardano l’immobile.

Dove si richiede la visura ipocatastale? Si può ottenere il rilascio di una visura ipocatastale all’Agenzia delle Entrate mediante gli appositi uffici della Conservatoria. I tempi per la richiesta, però, possono essere molto lunghi. Per velocizzare la procedura, è possibile effettuare la ricerca dello stato giuridico di un immobile online affidandosi ad un intermediario abilitato per riuscire a consultare i documenti che servono in pochi minuti.

Quanto costa fare una visura ipocatastale online?

Si può ottenere online su VisureItalia la visura ipotecaria di cui si ha bisogno in pochi e semplici click. È possibile anche scegliere la tipologia di visura più adatta alle proprie esigenze:

Visura ipocatastale per immobileclose

Ti serviranno:

  • Conservatoria
  • Catasto
  • Comune
  • Foglio
  • Particella o Mappale

Visura ipocatastale persona fisicaclose

Ti serviranno:

  • Conservatoria
  • Cognome
  • Nome
  • Data di nascita

Visura ipocatastale persona giuridicaclose

Ti serviranno:

  • Conservatoria
  • Denominazione
  • Codice Fiscale

La visura ipocatastale per immobile individua la presenza di situazioni giuridiche che possono influenzare il valore di un immobile, a partire dalla data di automazione della Conservatoria fino a quella di aggiornamento.

Inoltre, la visura ipocatastale persona fisica o giuridica comprende la ricerca presso la Conservatoria RR.II. nel periodo automatizzato e l’ispezione presso il Catasto riferite ad una persona fisica o giuridica. Il documento consegnato comprende visura ipotecaria, visura catastale, l’atto di provenienza.

Il costo finale delle visure ipocatastali è di € 35,20, comprensivo di tasse ipotecarie e tributi catastali imposti dall’Agenzia delle Entrate (€ 10,80) e IVA (22%) € 4,40.

Leggi anche >> Come leggere una visura ipotecaria

Quali sono le differenze tra la visura catastale e ipocatastale?

Anche se entrambi i documenti servono per ottenere informazioni su immobili e persone fisiche o giuridiche intestatarie di tali beni, queste due tipologie di visure differiscono sia per le informazioni fornite, che per le finalità d’uso. Elenchiamo di seguito le differenze più importanti:

  • per un certificato ipocatastale bisogna rivolgersi alla Conservatoria o ad un notaio, mentre le visure catastali si richiedono in Catasto,
  • in una visura catastale sono presenti i dati identificativi dell’immobile, la rendita catastale, le informazioni sull’ubicazione e le eventuali modifiche urbanistiche effettuate nel tempo. Le visure ipotecarie, invece, oltre all’esistenza di eventuali gravami, forniscono dati su: descrizione catastale dell’immobile, quota di proprietà. ubicazione dell’immobile, atto pubblico di provenienza, trascrizioni, iscrizioni e annotazioni,
  • le indagini catastali non hanno carattere probatorio, mentre il certificato ipocatastale è richiesto in sede giudiziaria.
 

Legal Service Specialist in VisureItalia®

Legal Service Specialist – Ho acquisito una formazione tecnica in architettura di interni e nell’architettura del paesaggio. Da venti anni svolgo la professione di visurista per ispezioni ipotecarie e catastali presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari ed il Catasto per conto di studi notarili, enti di riscossione e istituti di credito. In VisureItalia® ricopro il ruolo di Legal Services Specialist e coordino le attività del team di visuristi operativi in tutti gli Uffici di Pubblicità Immobiliare in Italia. Su SmartFocus condivido le mie conoscenze per facilitare l’accesso alle banche dati pubbliche e ai Pubblici Registri in particolare.

© Riproduzione riservata

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com. Inoltre, iscriviti alla newsletter per ricevere gratuitamente aggiornamenti su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi!
Servizi VisureItalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *