Nuovo modello RLI registrazione contratto di locazione all’Agenzia delle Entrate

Nuovo modello RLI registrazione contratto di locazione all’Agenzia delle Entrate

La proceduta per richiedere all’Agenzia delle Entrate la registrazione dei contratti di locazione ha subito delle modifiche. Dal 19 settembre scorso è in vigore il nuovo modello RLI, al quale si dovrà fare ricorso anche per la comunicazione di proroghe, cessioni, risoluzioni o subentri e per optare (o revocare) il regime della cedolare secca. Leggi le istruzioni per il suo utilizzo e compilazione, poi scarica il modello.

Il nuovo modello RLI

Il nuovo modello RLI

Istruzioni per la compilazione del modello RLI

Il nuovo modello RLI contiene diversi dettagli rispetto al precedente. Per rendere più agevole la sua introduzione, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato le istruzioni per la compilazione del modello RLI 2017. Vediamo alcuni casi in cui potrà essere utilizzato:

  • registrazione dei contratti di locazione a tempo indeterminato;
  • comunicazione dei dati catastali dell’immobile o più immobili;
  • contestuale registrazione dei contratti di affitto dei terreni e degli annessi titoli Pac;
  • denunce relative ai contratti di locazione e affitto immobili non registrati, ai contratti di locazione con canone superiore a quello registrato o ai comodati fittizi;
  • registrazione dei contratti di locazione con canoni differenti per le diverse annualità;
  • ravvedimento operoso;
  • comunicazione della risoluzione o proroga tardiva dell’opzione di cedolare secca;
  • registrazione dei contratti di locazione con pertinenze concesse con atto separato rispetto all’immobile principale.

In caso di utilizzo per la registrazione di un contratto di locazione, il modello RLI deve essere compilato in tutte le sue parti. Sul frontespizio di ciascun foglio del modello deve essere indicato il codice fiscale del soggetto che presenta la richiesta. Per approfondire sulle verifiche da svolgere prima della registrazione di un contratto di locazione, ti consigliamo la lettura di questo articolo.

Il modello è diviso in quadri:

  • A – “Dati generali”. In questo quadro sono contenuti i dati necessari alla registrazione del contratto e degli adempimenti successivi;
  • B – “Soggetti”, con i dati del locatore e del conduttore;
  • C – “Dati degli immobili”, comprendente i dati degli immobili principali e delle relative pertinenze;
  • D – “Locazione ad uso abitativo e opzione/revoca cedolare secca”, contenente le informazioni riguardanti il regime della cedolare secca;
  • E – “Locazione con canoni differenti per una o più annualità”. Spazio riservato ai diversi canoni di locazione stabiliti per le successive annualità.

Scarica il modello RLI

 

Social Media & Community Manager

Ho conseguito la laurea in Economia e Gestione Aziendale e da cinque anni mi occupo di digital marketing. Sono responsabile del blog SmartFocus e gestisco i canali social di VisureItalia® curando i rapporti con la community dei lettori. Ogni giorno mi informo su nuove normative in campo fiscale, tributario o economico e mi piace condividere le mie conoscenze con i nostri lettori.

© Riproduzione riservata

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com. Inoltre, iscriviti alla newsletter per ricevere gratuitamente aggiornamenti su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi!
Servizi VisureItalia

0 commenti per "Nuovo modello RLI registrazione contratto di locazione all’Agenzia delle Entrate"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *