Costo delle visure camerali in Camera di Commercio

Costo delle visure camerali in Camera di Commercio

La visura camerale è un documento che può essere utile a imprese, cittadini, commercialisti e notai. Quali informazioni contiene e qual è il costo di una visura camerale? In questo articolo troverete risposta a queste domande e potrete anche scaricare la tabella riassuntiva con il dettaglio degli importi relativi alle tariffe e ai diritti camerali che incidono sul costo delle visure camerali.

INDICE:

  1. Che cosa è una visura camerale
  2. Cosa si vede da una visura camerale?
  3. Quanto costa fare una visura camerale?
  4. Scarica la tabella delle tariffe e diritti camerali per il Registro Imprese attualmente in vigore
  5. Chi può fare una visura camerale?
  6. Come richiedere una visura camerale?
  7. Visura ordinaria
  8. Visura storica
  9. Quanto dura la visura camerale?

Che cosa è una visura camerale

In Italia l’iscrizione al Registro Imprese della Camera di Commercio è obbligatoria per esercitare un’attività economica sotto forma di impresa, sia individuale che societaria.

I dettagli riguardanti una specifica impresa iscritta sono contenuti nella visura camerale. Si tratta di un documento in carta libera, senza valore legale, che riporta informazioni giuridiche ed economiche contenute nel Registro delle Imprese e nel Repertorio Economico Amministrativo tenuti dalle Camere di Commercio italiane.

Cosa si vede da una visura camerale?

Le visure camerali garantiscono, quindi, l’effettiva esistenza dell’impresa e permettono di valutarne la solidità.

In questi documenti sono riporti:

  • aspetti legali e anagrafici dell’impresa
  • denominazione
  • forma giuridica e sede legale
  • codice fiscale
  • il tipo di attività svolta
  • altri elementi relativi agli organi di amministrazione e alle cariche sociali

>> Se vuoi capire come si leggono le visure camerali, leggi il nostro articolo.

Quanto costa fare una visura camerale?

Il costo della visura camerale si compone, oltre che dal costo stabilito dal Distributore InfoCamere del servizio, anche dalle tariffe e dai diritti camerali.

È infatti previsto l’addebito di un importo specifico per ogni documento. Questi sono stati stabiliti dal Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 2 dicembre 2009 e del 17 luglio 2012 e racchiusi in un’apposita tabella.

In aggiunta, è da tenere presente che il costo di una visura camerale varia in base alla tipologia di visura richiesta.

Scarica la tabella delle tariffe e diritti camerali per il Registro Imprese attualmente in vigore

Chi può fare una visura camerale?

Ogni cittadino che ne abbia interesse può richiedere una visura camerale su una impresa, purché quest’ultima sia iscritta al Registro delle Imprese presso le Camere di Commercio italiane.

Nel caso la richiesta venga fatta dal legale rappresentante o dal titolare dell’impresa che si vuole ispezionare, la visura camerale è gratuita se richiesta tramite SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi) accedendo al proprio cassetto digitale dell’imprenditore.

Come richiedere una visura camerale?

La visura camerale può essere ordinaria, ovvero contenente informazioni attuali, oppure storica, che riporta tutte le vicende dell’impresa a partire dalla suo costituzione. Può essere richiesta online attraverso VisureItalia, distributore ufficiale di InfoCamere.

Visura camerale ordinariaclose

Ti serviranno:

  • Codice Fiscale società (sas, snc, srl, spa ..) o persona giuridica

Visura camerale storicaclose

Ti serviranno:

  • Codice Fiscale società (sas, snc, srl, spa ..) o persona giuridica

Visura ordinaria

Riporta le informazioni anagrafiche, giuridiche, economiche e fiscali di un’impresa allo stato attuale. In particolare contiene:

  • dati identificativi dell’impresa;
  • rappresentanza ed amministrazione (natura, soggetto deputato al controllo, cariche sociali)
  • statuto ed oggetto sociale
  • addetti
  • iscrizione in albi e ruoli
  • licenze
  • titolari di cariche e qualifiche

Il costo della visura camerale ordinaria è di € 9,35, compreso di Iva e tasse. Quest’ultime ammontano a € 3,25 e la visura è richiedibile online anche in lingua inglese.

Visura storica

In questo caso invece si tratta un un documento che riassume tutti i dati dell’impresa a partire dalla sua nascita. Possiamo quindi conoscere la storia delle modifiche avvenute dalla costituzione fino a quando è stata richiesta la visura.

Il costo della visura camerale storica è € 10,00, poiché in questo caso i diritti camerali sono pari a € 3,90.

Quanto dura la visura camerale?

Come anticipato nei precedenti paragrafi, la visura camerale non ha valore di certificazione, per questo viene richiesta quando non è necessario il certificato camerale.

La visura, sia nella versione ordinaria sia in quella storica, non ha un limite di validità. Il suo grado di aggiornamento dipende dalla data in cui viene richiesta.

 

Founder & CEO in VisureItalia®

Ho conseguito la laurea in Scienze Politiche e un Master in Gestione ed Amministrazione del patrimonio immobiliare degli enti ecclesiastici e religiosi. Dopo una lunga esperienza in ambito della gestione e messa a reddito di patrimoni immobiliari, nel 1999 ho intrapreso l’attività nel settore delle informazioni immobiliari, collaborando con i principali istituti di credito e gli enti di riscossione. Su SmartFocus aiuto i nostri lettori a capire quali problemi possono essere collegati con le attività di acquisto, vendita o locazione di un immobile.

© Riproduzione riservata

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com. Inoltre, iscriviti alla newsletter per ricevere gratuitamente aggiornamenti su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi!
Servizi VisureItalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *