Come scoprire se esiste un testamento

Come scoprire se esiste un testamento

Il testamento è un negozio giuridico disciplinato dall’art. 587 del Codice Civile. Si tratta di atto mortis causa revocabile con cui un soggetto dispone unilateralmente di tutte le proprie sostanze o di parte di esse, per il tempo in cui avrà cessato di vivere. Non è detto che, sempre se esiste, un testamento sia nelle mani di un notaio.

L'esistenza di un testamento

L’esistenza di un testamento

Il testatore, ovvero chi fa testamento, seppur limitato dal diritto successorio, scegliere cosa lasciare e a chi destinarlo. Esistono 3 differenti forme di testamento:

  1. Segreto. Un atto redatto, su carta semplice, dal testatore; in seguito viene consegnato a un notaio affinché lo custodisca sino alla morte del primo. Quando il notaio viene a conoscenza della morte del testatore procede con l’apertura della busta sigillata contenente il testamento, lo pubblica ed informa gli eredi;
  2. Pubblico. È una una disposizione testamentaria redatta dal notaio, con cui vengono trascritte le dichiarazioni di ultima volontà alla presenza del testatore e di due testimoni. In questo caso il testamento è pubblico e il notaio, venuto a conoscenza della morte del testatore, dovrà informare anche in questo caso gli eredi;
  3. Olografo. Possiamo definirlo un “testamento fai da te”, scritto e sottoscritto dal testatore. Sarà compito di quest’ultimo conservarlo o, come spesso accade, consegnarlo (in un secondo originale) ad un terzo soggetto di fiducia affinché lo custodisca. Questa persona in possesso del testamento olografo ha l’obbligo, avvenuta la morte del de cuius, di depositarlo da un notaio per la pubblicazione.

Come sapere se una persona ha fatto testamento

Prima di tutto dobbiamo sottolineare che notai o altre istituzioni non possono fornire nessuna informazione con riferimento a testamenti redatti da soggetto ancora vivente. A stabilirlo è l’articolo 67 della legge notarile, quindi è possibile sapere se una persona ha fatto testamento solo successivamente al suo decesso.

Se il testatore ha depositato il testamento presso un notaio, allora si può effettuare una ricerca presso:

  • il locale Archivio Notarile della residenza del de cuius;
  • oppure il Registro Generale dei Testamenti di Roma, se si sospetta che il notaio depositario del testamento faccia parte di altro collegio.

L’iscrizione dei testamenti nel suddetto registro avviene ad opera dei notai, ma nel caso di un testamento olografo la situazione risulta più complessa. Infatti con questo tipo di testamento non è detto che il testatore abbia depositato il documento presso un notaio, ma piuttosto lo abbia alternativamente:

  • consegnato ad un altro soggetto fidato;
  • custodito tra i suoi documenti personali e qui sarà più difficile conoscerne l’esistenza.

Possiamo quindi concludere dicendo che non si può avere sempre certezza sull’esistenza o meno di un testamento.

 

Social Media & Community Manager

Ho conseguito la laurea in Economia e Gestione Aziendale e da cinque anni mi occupo di digital marketing. Sono responsabile del blog SmartFocus e gestisco i canali social di VisureItalia® curando i rapporti con la community dei lettori. Ogni giorno mi informo su nuove normative in campo fiscale, tributario o economico e mi piace condividere le mie conoscenze con i nostri lettori.

© Riproduzione riservata

Se hai trovato utile questo articolo o hai bisogno di un chiarimento, lascia un commento nel form a fine pagina o scrivici a smartfocus@visureitalia.com. Inoltre, iscriviti alla newsletter per ricevere gratuitamente aggiornamenti su attualità economica, novità fiscali e tributarie, consigli pratici su normative, leggi e tributi!
Servizi VisureItalia

0 commenti per "Come scoprire se esiste un testamento"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *