Visure Protesti


Le visure protesti contengono informazioni basilari per la valutazione dell’affidabilità di persone fisiche e persone giuridiche e, soprattutto, per determinarne la solvibilità o l’eventuale rischio di insolvenza. Le informazioni vengono estratte dal Registro Informatico dei Protesti, istituito con la legge n. 480 del 15 novembre 1995, tenuto presso le Camere di Commercio e devono essere rese pubbliche in adempimento ala legge n. 235 del 18 agosto 2000.


Il protesto è un atto pubblico che attesto lo stato di insolvenza di un assegno, bancario o postale o di una cambiale derivato dal mancato o parziale pagamento da parte del debitore. La normativa di riferimento è per l'assegno il R.D. n. 1736 del 21 dicembre 1933 mentre la cambiale è disciplinata dal R.D. n. 1669 del 14 dicembre 1933. Il Pubblico Ufficiale (ufficiale giudiziario, notaio o segretario comunale) detto anche Ufficiale Levatore, intima il pagamento del titolo di credito, assegno o cambiale, al debitore presso il suo domicilio. In caso di rifiuto al pagamento, l'Ufficiale Levatore provvede alla redazione dell'atto di protesto ed alla trasmissione e pubblicazione presso il competente Registro Protesti della Camera di Commercio.

  • Verifica online in pochi secondi la affidabilità di una persona fisica e scopri al Registro Protesti della Camera di Commercio se risultano protesti riferiti a insoluti bancari, cambiali o assegni. Ricevi il documento via e-mail in formato pdf

    € 3,00
  • Richiedi la visura protesti per valutare la affidabilità e la solvibilità di un nuovo cliente, di un fornitore o di un partner commerciale. Ricevi il documento ufficiale in pochi secondi, estratto in tempo reale da Telemaco InfoCamere

    € 3,00
  • Il servizio approfondisce il grado di affidabilità di una persona attraverso la verifica di eventuali ipoteche legali, ipoteche esattoriali, decreti ingiuntivi o pignoramenti. Il documento viene estratto online dalle banche dati della Camera di Commercio e della Conservatoria dei Registri Immobiliari con dati sempre aggiornati al momento della richiesta.

    € 15,00
  • Ottieni in un unico documento la analisi completa e aggiornata del grado di affidabilità e di capacità di pagamento di una azienda con sede in Italia. I dati sono estratti online dalle banche dati di InfoCamere, Camera di Commercio, tramite Telemaco e della Agenzia Entrate, Conservatoria RR.II., tramite Sister

    € 15,00

Alcune domande e risposte


Perché richiedere le visure protesti ?

Quando si devono acquisire informazioni su un nuovo cliente, su un partner commerciale o su un fornitore, quando si deve valutare un conduttore in una locazione commerciale, quando si deve valutare la solvibilità di un nuovo cliente o si vuole inserire in monitoraggio un cliente già acquisito, le visure protesti contengono sempre dati oggettivi, provenienti da fonti ufficiali ed aggiornate, indispensabili per la ricerca e valutazione di persone fisiche e imprese italiane.

Quali dati sono contenuti nelle visure protesti ?

I dati contenuti nelle visure protesti sono:

  • numero di repertorio dell'atto di protesto
  • tipologia del titolo di credito (assegno, cambiale, vaglia cambiario, ..)
  • importo del titolo protestato
  • la data di levata
  • la data di iscrizione al Registro Protesti
  • la Camera di Commercio competente
  • la causale del mancato pagamento.

Come richiedere le visure protesti ?

Le visure protesti possono essere richieste sia per le persone giuridiche che per le persone fisiche. Nel primo caso, le società, occorre indicare denominazione, sede legale, codice fiscale o partita iva. Nel caso delle persone, occorre indicare nome, cognome, data e luogo di nascita e codice fiscale.

Il servizio visure protesti di VisureItalia®

Le visure protesti possono essere richieste via web ed evase in pochi secondi. Si tratta sempre di documenti estratti da fonti ufficiali (Camera di Commercio) al momento della richiesta e non provenienti da banche dati. Tutti i documenti riportano sempre la data di aggiornamento e la fonte ufficiale: la Camera di Commercio territorialmente competente. VisureItalia® è in grado di fornire visure protesti anche relativamente a ditte individuali e liberi professionisti e a quei soggetti che non hanno l’obbligo di censimento presso gli archivi della Camera di Commercio (enti non commerciali, fondazioni, associazioni) nonché relativamente a qualunque persona fisica avente residenza anagrafica in Italia. 

Come richiedere la cancellazione di un protesto ?

La cancellazione di un atto di protesto è disposta dal Presidente della Camera di Commercio di competenza a seguito di una apposita istanza presentata dal debitore o da un su delegato. L'istanza di cancellazione può essere presentata a seguito del pagamento del titolo di credito o in caso di errori o di illegittimità dell'atto. Il Presidente, entro 20 giorni, verifica l'istanza e, in caso positivo, provvede alla emissione ed al contestuale provvedimento di riabilitazione.

Per quanto tempo è visibile un atto di protesto ?

Il termine di pubblicazione di un protesto nel Registro Protesti della Camera di Commercio è di 5 anni. Decorso tale termine, i protesti vengono automaticamente cancellati. Non è pertanto possibile effettuare una visura protesti che rilevi gli effetti negativi nel periodo antecedente.

I 4 SERVIZI PIU' RICHIESTI